Cos’è una biblioteca virtuale?



Tra i vari vantaggi che offre la rete vi è sicuramente quello di starsene comodamente seduti nel salotto di casa mentre leggiamo un libro, ricorrendo  al nostro immancabile iPad o smartphone.
Un’ abitudine che è diventata una componente della nostra quotidianità.
Tutti ormai conosciamo l’ebook, l’equivalente digitale del libro cartaceo,  che consente di leggere in tale formato, nel proprio device, il libro prescelto ed acquistato su apposite piattaforme (Amazon, Kobo, ecc.).
Qui possiamo trovare il bestseller del momento come anche libri ormai datati e divenuti di pubblico dominio.
Ma il piacere della lettura molto spesso non è fine a se stesso in quanto preceduto dalla ricerca o dall’individuazione del libro che stiamo cercando.
Diciamo che permane in noi quel desiderio di coinvolgimento emotivo misto a curiosità che proviamo ogni volta che entriamo in una biblioteca o in una libreria.
Ed effettivamente questo è ciò che oggi ci manca quando scegliamo il libro e lo “scarichiamo” nel nostro iPad.
Milioni di libri online acquistabili  e “scaricabili” non equivalgono certamente al fascino che solo una biblioteca o anche una libreria possono trasmettere al lettore.


Ma anche nell’epoca “internettiana” non da escludere che si possa ugualmente, anche se in senso traslato, ripercorrere almeno virtualmente il percorso di ricerca di un testo o di un libro magari dimenticato o nascosto, girando tra gli scaffali virtuali di una biblioteca anch’essa virtuale e, una volta individuato e scelto, attraverso una semplice operazione di download  vederlo apparire nel nostro device.
Ciò diviene possibile proprio grazie alla possibilità di accedere ad cataloghi librari messi a disposizione da istituzioni nazionali ed internazionali con la precisa finalità di divulgare la consultazione gratuita  presso gli utenti di milioni di testi, a volte risalenti anche a centinaia di anni fa, in un’ottica di conoscenza e circolazione della cultura.
Varie sono le soluzioni offerte dal web anche se le più complete ed esaustive sono quelle in lingua inglese.


Qui di seguito si riportano le più interessanti.

1)
Un primo esempio è Internet Archive  https://archive.org/

Si tratta niente poco di meno che di una biblioteca virtuale con libri in varie lingue oltre l’inglese, predominante.
Non solo.
Come si definisce nella home page, Internet Archive è una librearia non profit costituita da milioni di libri gratuiti, nonchè film, software, musica ed altro.
Quindi un mondo dedicato alla cultura nelle sue varie espressioni, tutto da scoprire.

2)

Altra biblioteca di tutto rispetto è quella lanciata di recente dall’Unesco (Unesdoc – Digital library). Attraverso la ricerca  avanzata (Advanced Search) si può condurre una ricerca per autore, per titolo, lingua.
La biblioteca può essere raggiunta al seguente link: https://unesdoc.unesco.org/
Il sito è in lingua inglese.

3) Non poteva mancare nella nostra antologia l’immensa  raccolta di testi che vengono gratuitamente messi a disposizione da Google.
È sufficiente andar all’ indirizzo  https://books.google.com/?hl=it digitare nella stringa ricerca a campo libero il libro che desideriamo o l’autore e ci troveremo di fronte a tutta la produzione letteraria attinente quello che cerchiamo.



4)
   Per una ricerca di testi antichi e storici si suggerisce AMS Historica.
https://amshistorica.unibo.it/monografie.php?init=2&srch=1

5) Ritornando oltre confine ricordiamo la KBR Belgica, la biblioteca digitale della Biblioteca Reale del Belgio dove si ha accesso a diverse categorie di documenti: manoscritti, pubblicazioni a stampa rare e di pregio, carte geografiche e mappe, partiture musicali, registrazioni sonore, collezioni di monete, medaglie, disegni e stampe.
Questo il link: https://belgica.kbr.be/belgica/

6)  Non poteva poi mancare la British  Library che consente l’accesso a una vasta quantità di documenti disponibili in formato digitale.
http://www.bl.uk/onlinegallery/virtualbooks/index.html

7) Gallica è invece il progetto della Biblioteca Nazionale di Francia che permette l’accesso on-line a monografie e periodici, in prevalenza francesi.
https://gallica.bnf.fr/accueil/it/content/accueil-it



Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: